La fotografia e i Fotografi

Canson nella fotografia da oltre 150 anni

Scritto da Riccardo Pirana • Giovedì, 23 aprile 2015 • Commenti 0 • Categoria: Eventi

La storia di Canson e della carta fotografica si intrecciano da 150 anni (1865 – 2015). Canson è l'ultima azienda tra i pionieri della fotografia ancora in attività!

È con grande orgoglio che Canson celebra il 150° anniversario del primo brevetto di carta fotografica che ha rivoluzionato il mondo della fotografia.

Canson ha mantenuto il proprio spirito di innovazione combinando la centenaria esperienza nella produzione della carta con le più avanzate tecniche di patinatura. Canson utilizza minerali naturali e le materie prime più pure per offrire carte resistenti nel tempo. Le carte e le tele Canson hanno qualità e struttura eccezionali unite a superlative performance di stampa. Canson Infinity offre un ampio gamut di colori, elevati valori D-max e nitidezza d'immagine.


>>Continua a leggere "Canson nella fotografia da oltre 150 anni"

1472 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Canson Photo Lustre Premium RC 310gr: per i palati più esigenti

Scritto da Riccardo Pirana • Venerdì, 5 settembre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Prodotti

Canson Infinity Photo Lustre Premium RC 310gr è una carta in fibra di cellulosa alpha, priva di acidi, patinata con polietilene e con uno strato microporoso per l'assorbimento del colore.

Questa finitura, intermedia tra le classiche carte fotografiche Glossy (lucide) e le Satin (satinate), conferisce alla carta un effetto di sorprendente lucentezza in grado di soddisfare le richieste dei fotografi e degli stampatori più esigenti.


>>Continua a leggere "Canson Photo Lustre Premium RC 310gr: per i palati più esigenti"

1452 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Carte qualità Museum: che significa?

Scritto da Image Consult • Lunedì, 28 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Stampa Digital Fine Art

La conservazione delle stampe digitali è un argomento di massima importanza, sia quando parliamo di un album di nozze (che vorremmo lasciare a figli, nipoti e bisnipoti) sia quando parliamo di stampe fine art in edizione limitata destinate ad una collezione privata o ad una galleria. Perché questa stabilità sia garantita elemento fondamentale è la carta.
Esistono diversi standard internazionali che identificano permanenza delle carte nel tempo, basati sulla composizione e sulle caratteristiche che esse presentano, ma non sempre è chiaro che cosa questi standard indichino esattamente.
Esaminiamo qui i due principali standard internazionali.
ISO 9706: standard per carta permanente

Secondo la norma ISO 9706, la permanenza della carta è definita come la proprietà di rimanere chimicamente e fisicamente stabile per lunghi periodi di tempo, cioè di mantenere immutate le sue caratteristiche senza un deterioramento significativo in normali condizioni di conservazione e di uso.
Sono stati quindi definiti una serie di standard che una volta rispettati garantiscano il superamento di un test di invecchiamento accelerato, e che abbiano quindi la stessa validità del superamento del test stesso.
Questo standard è applicabile solo alla carta non stampata, e non ai cartoncini.

Lo standard specifica i requisiti di resistenza della carta espressi in termini di: resistenza minima agli strappi, quantità minima di riserve alcaline (per esempio il carbonato di calcio), che neutralizzano l'azione degli acidi presenti, quantità massima di sostanze facilmente ossidabili misurata attraverso l'indice Kappa, livello di pH massimo e minimo dell'acqua presente ed estratta a freddo dalla carta, che deve comunque cadere nell’intervallo di alcalinità a garanzia del fatto che la carta non contenga materiali acidi.

Requisiti:
  • PH acqua estratta a freddo dalla carta: compreso fra 7.5-10.0
  • Riserva alcalina (carbonato di calcio o equivalente): min 2%
  • Resistenza agli strappi: 350mN in ogni direzione, per tutte le carte di grammatura superiore ai 70 gr/mq (test eseguito a 23° C e 59% umidità relativa come richiesto dalla norma ISO 1974)
  • Resistenza all'ossidazione: Kappa n° < 5.0 (questa caratteristica implica la limitazione della lignina e di altri componenti che ossidano facilmente)


>>Continua a leggere "Carte qualità Museum: che significa?"

3198 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!